Fashion nazionale, quadro del periodo 2013-2017

Focus

In occasione del primo Fashion Annual Talk, organizzato dalla sua Area Studi, Mediobanca ha presentato il rapporto “Focus Moda” che analizza l’andamento di 163 Aziende Moda Italia nel periodo 2013-2017.

I risultati mostrano che, con un fatturato complessivo di 70,4 miliardi di euro nel 2017, la Moda rappresenta l’1,3% del Pil nazionale. Il comparto dell’Abbigliamento ha totalizzato il 40,5% dei ricavi totali, il settore Tessile registra invece un +6,3%.

Negli ultimi cinque anni il fatturato aggregato ha segnato un sostanziale +28,9% e rispetto al 2013 quest’anno l’occupazione nel settore Fashion è aumentata del 19,7%, raggiungendo – grazie ai 59,8mila nuovi dipendenti – quasi 363mila occupati.
Nello stesso periodo le vendite hanno visto una crescita media intorno al +6,6% annuo, nonostante un leggero calo della redditività.

Confronto fra le imprese

Il Focus ha inoltre illustrato come 15 Aziende Moda Italia, nel gruppo delle 163 analizzate, vantano grandi dimensioni e ricavi superiori a €900 milioni, distinguendosi per redditività e liquidità e rientrando a pieno titolo nell’analisi delle grandi imprese europee del Fashion.

Tuttavia, le altre imprese mostrano un incremento del giro d’affari 2013-2017 del 9,5% (contro il +3,5% delle 15) e una maggiore crescita media annua dei ricavi rispetto alle grandi, che sono scese dal 77,7% dei profitti aggregati nel 2013 al 56,2% nel 2017.

Moda italiana all’estero

Il mercato estero è sempre più decisivo nei bilanci delle aziende analizzate, determinando nel 2017 il 63% delle vendite totali (+22,9% invece nel 2013), mentre in confronto le principali società manifatturiere italiane registrano un 56,7%.

La Moda italiana si difende bene nel continente: nei cinque anni analizzati, ben 15 gruppi italiani del Fashion spiccano tra i 43 più grandi a livello europeo (più di un terzo del totale), facendo dell’Italia la nazione numericamente più rappresentata. I competitor francesi, tuttavia, possono vantare dimensioni e fatturato maggiori.

A presentare il Focus Moda la Dottoressa Nadia Portioli, dell’Area Studi Mediobanca, che ha commentato: «A livello di dimensioni le imprese della moda italiana sono piccole ma si difendono bene a livello europeo. Le grandi sono un po’ tartarughe e non sempre chi va piano va sano e va lontano».
L’esperta ha invitato le aziende a unirsi e fare squadra – prospettiva di fronte alla quale spesso si mostrano invece diffidenti – e a investire nella ricerca, nella qualità e in una continua innovazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here