In caso di violazione delle norme di etichettatura, riguardanti il  settore tessile e il settore calzaturiero, sono cambiate le sanzioni applicate.

Le sanzioni per chi non rispetta le regole di etichettatura

  • Sono introdotte nell’ordinamento italiano le sanzioni applicabili per la vendita di calzature prive di etichetta o con etichetta non conforme.
  • Vengono innalzate le sanzioni applicabili per la vendita di prodotti tessili privi di etichetta o con etichetta non veritiera o non conforme.
  • Viene prevista una specifica sanzione da applicare per le vendite on line in assenza delle informazioni sulla composizione ma anche per la presentazione di prodotti su  cataloghi e  prospetti.
  • Viene introdotta una sanzione applicabile nel caso il produttore/importatore non ottemperi ai provvedimenti di conformazione dell’etichetta o di ritiro dei prodotti dal mercato emessi dall’autorità di vigilanza (Ministero dello Sviluppo Economico).

I prodotti offerti in vendita al consumatore finale devono riportare delle indicazioni obbligatorie per consentirgli una scelta ed un acquisto consapevoli.

Alcuni prodotti sono disciplinati in modo specifico da norme nazionali che recepiscono norme comunitarie. Per quanto riguarda il settore tessile, a titolo esemplificativo, è possibile consultare: prodotti tessili.

Fonte: www.milomb.camcom.it

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here