La Camera di commercio di Pistoia-Prato ha messo a disposizione delle aziende un fondo di 300.000 € per finanziare progetti per l’acquisto di servizi di consulenza e/o formazione finalizzati all’implementazione di una o più tecnologie i4.0, nonché di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisto delle tecnologie digitali abilitanti.

“La pandemia ha fatto emergere come le tecnologie e le competenze digitali siano fondamentali per dare nuovo slancio al tessuto produttivo. È urgente procedere con interventi volti ad accrescere ulteriormente le competenze digitali e la sensibilità verso l’utilizzo delle tecnologie 4.0 di tutte le imprese per essere all’altezza delle sfide future, per questo la Camera di commercio ha deciso di proporre nuovamente il contributo per investire in servizi e beni tecnologici.”Dalila Mazzi, Presidente della Camera di commercio di Pistoia-Prato

I dettagli del bando

Per ciascuna impresa, di qualsiasi settore, sono a disposizione risorse fino a un massimo di 6.000 € per diverse tipologie di spesa legate alle tecnologie abilitanti 4.0: si va dalla robotica avanzata alla cyber security e business continuity, dalla manifattura additiva e stampa 3D ai big data e analytics, dalla blockchain ai sistemi di e-commerce, dalla prototipazione rapida allo smart working e altro ancora.

Il bando consente di ottenere un contributo a fondo perduto pari al 70% delle spese ammesse, a fronte di un investimento minimo di 3.000 €. Il contributo può essere richiesto anche da chi ha già effettuato investimenti a partire dal 1 gennaio 2021.

Le domande possono essere presentate a partire dal 29 aprile 2021 fino al 30 giugno 2021 e saranno valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione, fino ad esaurimento delle risorse.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here