L’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, su indicazione del Ministero dello Sviluppo Economico ha dato il via al progetto “Global Start up Program”: i destinatari sono massimo 120 start up italiane interessate a sviluppare internazionalmente le proprie innovazioni di prodotti o di servizi. Le domande di ammissione vanno inviate entro il 5 aprile 2019.

I dettagli di Global Start up Program

Il bando prevede inizialmente un corso di formazione specialistica di 2 settimane con forte caratterizzazione pratica, indirizzata al management delle start up. Questa prima fase si terrà in aula e prevederà 4 edizioni in città italiane, indicativamente localizzate una a Nord, una al Centro, una al Sud e una sulle Isole. Il corso, in lingua inglese, si concluderà nel mese di Maggio 2019.

In seguito, i partecipanti svolgeranno uno stage all’estero da 3 a 6 mesi presso incubatori selezionati nei Paesi focus (Regno Unito, Stati Uniti d’America, Cina, Giappone, Corea del Sud e Slovenia), con erogazione di un sostegno finanziario.

L’ammissione al progetto e a ciascuna delle sue fasi è gratuita. Le start up che inoltrano domanda di candidatura si impegnano a frequentare l’intero percorso; la stessa persona che sarà poi impegnata nella fase all’estero, deve prima presenziare ad almeno il 80% delle ore di lezione frontale del corso.

Obiettivo e destinatari del progetto

Scopo di Global Start up Program è sviluppare le competenze tecnico-manageriali (scale up internazionale, proprietà intellettuale e project work), organizzative e finanziarie che le imprese devono possedere per affrontare efficacemente le sfide dei mercati internazionali.

Il progetto è rivolto a start up italiane non ancora presenti sui mercati internazionali, attive in ambito di:
ICT: blockchain, intelligenza artificiale, cyber security, Industria 4.0, fintech;
circular economy: emissioni low carbon, materiali innovativi e sostitutivi della plastica;
medtech: attrezzature medicali e app, life sciences;
automotive e robotica: batterie e auto elettriche, guida autonoma, future mobility, app per il carsharing e relativi web services;
altri settori innovativi.

Informazioni utili

A questo link è possibile trovare le indicazioni relative a:
– requisiti di ammissione;
– procedure da seguire per presentare domanda di ammissione;
– criteri di selezione seguiti dalla commissione di valutazione;
– sostegno finanziario;
– contatti di riferimento per ulteriori informazioni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here