di Valeria Magistro, Prof.ssa universitaria di Moda e Design industriale.

Il Fashion & Functional e il NY STYLE tra prodotto tecnico e modaiolo, per un consumatore attento allo stile che non necessariamente pratica sport

Quando si pensa alla Grande Mela, si immagina una metropoli dove tutti indossano sempre abiti e vestiti ricercati, spesso di marca, prediligendo uno stile elegante e curato nel dettaglio. La realtà tuttavia è ben diversa, basta fare un rapido giro di pensiero rivolto al passato per averne la prova.

Nel Primo Dopoguerra, quando emerse il bisogno di trovare nuove abitazioni che fossero nello stesso tempo confortevoli e a basso costo, si iniziò a riutilizzare e adattare spazi dimessi: fabbriche, uffici, centri direzionali e così via. Strettamente collegato a tale esigenza, sulla Costa Est degli Stati Uniti nacque un nuovo stile che ancora oggi è uno di quelli principali e più noti: lo stile Industrial.

Uno dei simboli dello stile industriale di fama mondiale, per esempio, è la famosa Factory, lo studio di Andy Warhol durante il periodo che vide l’affermarsi della “sua” pop art. Il trend impiegò alcuni anni ad arrivare in Europa, approdando inizialmente in città più “alternative” come Londra e Berlino negli anni Ottanta.

A New York lo stile Industrial, poco dopo essere nato, si estese anche al mondo del Fashion e diede vita a un nuovo stile, di derivazione architettonica dunque, in cui lo Sportswear veniva considerato come abbigliamento di Moda: stiamo parlando del Fashion & Functional.

Un tempo chiamato “Friday Wear”, il Fashion & Functional evoca la possibilità di vestirsi in modo informale soprattutto nel fine settimana. E la capitale della Moda Sportswear, che utilizza tessuti tecnici innovativi e stravaganti, è proprio New York.

Fashion & Functional: un abbigliamento funzionale e allo stesso tempo “cool”

Il tessuto tecnico caratterizzante e più utilizzato nel Fashion & Functional è il “Jersey Lomellina” o “jersey tecnico”, che fu sperimentato e lanciato da una nota azienda italiana.

Si tratta di un materiale che ha saputo anticipare i tempi stagionali ed è stato declinato in più di 3.000 varianti; il jersey tecnco si distingue dal jersey classico principalmente per la sua traspirabilitá e modellatura, dando massimo comfort e rappresentando un tassello fondamentale nella politica della vita di un perfetto newyorkese.

Lo stile sportivo nell’Abbigliamento si è quindi rapidamente emancipato dalla pura pratica ginnica per arrivare a conoscere una popolarità valorizzata, alla connotazione fashion, oltre che alla voglia di Easy Care ed Easy Wear sintomatici del popolo newyorkese.

La contaminazione Newyorkese

Lo Sportswear si sta affermando in questi ultimi anni come altra occasione di consumo, arrivando a una miscela tra prodotto in termini materiali e il prodotto Moda. I cambiamenti intercorsi di recente nell’ambito della quotidianità, che si è necessariamente intrecciata all’attività lavorativa, ne ha favorito occasioni di consumo.

La particolare attenzione dedicata alla composizione dei materiali adatti al capo sportivo ha portato al prodotto fashion in edizioni limitate o special editions, anche con specifiche rivisitazioni legate al passato e reintrodotte con sapienti intrecci di fibre.

Quasi che la confluenza dello Sport nella Moda abbia convogliato in essa anche gli indiscussi valori sociali ed educativi di cui esso è portatore, molte case di Moda del Fashion System hanno operato un cambiamento di stile, dando rilievo e importanza a tali valori e includendo le relative collezioni tra quelle portanti.

Le motivazioni del successo risiedono quindi anche nei valori derivanti dallo sport (agilità, forma fisica, sveltezza e così via) che si proiettano nell’Abbigliamento sotto forma di praticità, agilità ed efficienza per vivere bene e in sintonia con il proprio corpo.

Il jersey tecnico

Per quanto riguarda il jersey tecnico non è del tutto corretto parlare di tessuto, ma piuttosto di stoffa realizzata a maglia rasata e su macchine circolari; può essere ottenuto da qualsiasi fibra tessile, anche se quelle maggiormente utilizzate sono il cotone, la lana e la viscosa.

Si tratta di un materiale molto forte e che può vantare un’elevata resistenza al cloro, alle creme o agli oli solari. Un capo d’abbigliamento in jersey tecnico si distingue inoltre per un’eccellente capacità di controllare l’umidità e regolare la traspirazione corporea, e garantisce all’utilizzatore un ottimo contenimento muscolare e una perfetta vestibilità; grazie a queste caratteristiche i suoi impieghi possono essere molteplici, dai costumi da bagno allo sport, dall’intimo all’abbigliamento, fino all’Alta Moda.

Le sue peculiarità legate alla morbidezza e all’elevata capacità di adattarsi alle forme del corpo lo hanno reso versatile e ampiamente utilizzato per le diverse necessità, dall’attività prettamente sportiva al tempo libero.

Diversi famosi brand della Moda, nel connubio di eleganza e praticità, hanno trovato in questa stoffa un ottimo strumento per produrre capi accattivanti e di sicura presa nella nostra società.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here