La natura del tessuto produttivo italiano, basato su un ecosistema di MPMI, favorisce la generazione e l’uso della cosiddetta conoscenza tacita: know-how delle persone che formano la cultura aziendale.

La conoscenza tacita è fonte dell’innovazione per le PMI che operano su un mercato sempre più competitivo e veloce: è importante comprenderne i meccanismi generativi, per valorizzare le competenze distintive aziendali (“core competences”).

Sardegna e i cluster

textileUn modello di trasferimento tecnologico basato su socializzazione tra un individuo e l’altro è quello attivato dalla Regione Autonoma della Sardegna con il supporto ai cosiddetti “cluster”: aggregati di PMI che sviluppano progetti innovativi sulla base di un obiettivo comune.
La Regione prevede l’attivazione di meccanismi di trasferimento tecnologico dal sistema della ricerca pubblica alle imprese. I progetti sono coordinati da un Organismo di ricerca e prevedono il coinvolgimento di un minimo numero iniziale di imprese; in ogni momento nuove imprese possono essere aggregate al cluster in un’ottica di open innovation.

Il progetto “AI Textiles”

Nell’ambito del settore ICT rientra il tema dei tessuti intelligenti (“smart textiles”), con studi finalizzati a realizzare tessuti in grado di percepire e reagire a condizioni e stimoli ambientali di diversa natura. In particolare, è possibile indagare l’integrazione tra l’elettronica e la sensoristica con le fibre tessili per creare tessuti che non prevedano soltanto l’aggiunta di dispositivi agli indumenti, ma che siano realizzati con fibre aventi esse stesse particolari proprietà.

Utilizzando il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) del Programma Operativo Regionale (POR) della Sardegna per le annualità 2014-2020, è stato avviato un sistema di supporto ai cluster gestito da Sardegna Ricerche, agenzia regionale che offre servizi a imprese e persone.

textile
Test che permette di evidenziare la pressione esercitata dalle scapole su un tessuto posizionato all’interno di una giacchetta

Nell’ambito di tale programma è stato agevolato il progetto “AI Textiles – Intelligenza Artificiale e Tessuti intelligenti: Tecnologie e Applicazioni”, coordinato dal Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica dell’Università degli Studi di Cagliari; tale progetto vede coinvolti altre dieci aziende e soggetti diversi, in un partenariato aperto che può crescere a richiesta di altri attori interessati. In coerenza con lo scenario che agevola il trasferimento tecnologico mediante processi di socializzazione, “AI Textiles” si propone di attuare attività di informazione, formazione e animazione basate su: formazione in aula e in laboratorio, sviluppo di prototipi in ottica “learning by doing”, analisi del mercato e dei business case di successo.

di Ombretta Buzzi* e Giuseppe Confessore*
*Consiglio Nazionale delle Ricerche

Sei abbonato a Technofashion? Leggi l’articolo completo

 

Non sei abbonato alla rivista Technofashion? Richiedi gratuitamente l’articolo completo
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here