In linea con le attività previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0, la Camera di Commercio di Prato sostiene e promuove la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle MPMI attraverso il sostegno economico alle aziende del territorio che implementano iniziative di digitalizzazione in ottica I4.0.

A questo proposito, entro il 15 giugno 2019 le MPMI possono presentare una domanda per agevolazioni sotto forma di contributo a fondo perduto, che copriranno il 70% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute. L’importo massimo previsto è di 7.000 €.
I progetti presentati, per i quali si richiedono tali contributi, devono superare un importo minimo di € 5.000 €.

Sono ammissibili le spese relative a:

– servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie;
acquisto di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti.

Requisiti di partecipazione

Possono beneficiare delle agevolazioni le MPMI con sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Prato, attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese e con il pagamento del diritto annuale.

Le imprese non si devono trovare in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente.
Devono inoltre avere legali rappresentanti, amministratori e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione.

I soggetti che, al momento della liquidazione del contributo, hanno forniture di servizi in essere con la Camera di Commercio di Prato non possono ricevere le agevolazioni in questione.

È necessario possedere tutti i requisiti dal momento della presentazione della domanda fino a quello della liquidazione del contributo.

Per i requisiti specifici dei fornitori si fa riferimento a quanto indicato nella “Scheda” del Disciplinare.

Come procedere

La domanda deve essere in formato immodificabile PdF, con sottoscrizione digitale o autografa, accompagnata dal documento d’identità del legale rappresentante dell’impresa richiedente.
Alla domanda dovranno essere allegati i documenti previsti all’art. 9 del Disciplinare; è possibile trovare la modulistica a questo link.

È necessario inviarla come allegato a un messaggio all’indirizzo di posta elettronica certificata della Camera di Commercio: protocollo@po.legalmail.camcom.it
L’oggetto del messaggio deve essere: “Disciplinare per l’erogazione di Contributi Digitali I4.0 2019”.
Ogni messaggio deve contenere una sola domanda.

Sarà inammissibile qualsiasi domanda spedita con altra modalità d’invio.

Si invitano le imprese a consultare con attenzione il testo del disciplinare per verificare le modalità di invio tramite PEC, i criteri di valutazione delle domande per la formazione della graduatoria e ogni ulteriore dettaglio.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here