Techtextil di Francoforte, la più importante manifestazione mondiale per i tessuti tecnici, quest’anno ospiterà dal 14 al 17 maggio una numerosa rappresentanza di costruttori italiani di macchinari tessile.

Andamenti di settore

I dati pubblicati da ACIMIT – Associazione dei costruttori italiani di macchine tessili mostrano un notevole sviluppo del settore nel corso degli ultimi anni. Nel 2018 la produzione mondiale di tessili per uso tecnico e nontessuti ha raggiunto 60 miliardi di euro; una cifra rilevante soprattutto se confrontata con i 37 miliardi registrati nel 2010.

In Europa più del 30% del fatturato del settore tessile deriva dalla produzione di tessili destinati a usi tecnici e innovativi. La Germania, con circa 6 miliardi di euro, spicca come il principale produttore europeo del settore.

La conseguenza di questa progressiva crescita è un aumento della domanda di macchinario ad hoc per il comparto e, per restare competitivo sul mercato, il meccanotessile italiano sta ampliando la propria offerta verso le nuove esigenze dei clienti.
ACIMIT stima che oltre 100 aziende associate lavorano per il settore.

Le aziende italiane a Techtextil

A Techtextil di Francoforte saranno presenti circa 30 aziende meccanotessili italiane in qualità di espositrici.
Di queste, 16 saranno presenti presso l’area espositiva organizzata da ICE-Agenzia e da ACIMIT (Hall 3.0, booth B08-B10).
Tali aziende sono tutte associate ad ACIMIT: 4M Plants, BematicBianco, Color Service, Corino, Fadis, Ferraro, Gualchieri e Gualchieri, Loptex, Mesdan, Sicam, Stalam, Textape, Unitech, Zappa.

Le aziende italiane presenti in Germania rappresentano tuttavia solamente una parte, seppure significativa, delle imprese che in Italia producono macchine per il tessile tecnico e per i nontessuti.
Nel sito di ACIMIT, a questo link è possibile trovare una lista delle associate ACIMIT che operano in questo comparto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here