Sicurezza

Checkpoint Systems, importante realtà nelle soluzioni “from source to shopper” per il settore retail, lancerà a breve il nuovo Barometro dei furti, che svelerà le ultime statistiche e tendenze sulle perdite nei punti vendita. In questa occasione chiede a tutti i retailer europei di partecipare alla survey condividendo i propri dati.

Checkpoint sponsorizza la ricerca che studia e analizza il fenomeno delle perdite nel Retail. Il nuovo studio Retail Security in Europe, partito l’11 settembre, sarà condotto dai ricercatori di Crime&tech spin-off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e di Transcrime, la società che ha condotto un analogo studio in Italia nel 2017 – Retail Security in Italy.

Lo studio combina un approccio tradizionale, basato sulla somministrazione di un questionario, con il metodo innovativo di analisi di micro-dati provenienti dai punti vendita che le aziende forniscono. I risultati saranno resi noti all’inizio del 2019 e evidenzieranno le ultime tendenze tra le differenze inventariali europee, grazie alla partecipazione dei principali retailer di 11 paesi (Belgio, Finlandia, Francia, Italia, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Russia, Spagna, Svezia e Regno Unito).

Uno studio per la sicurezza dei punti retail

«Retail Security in Europe è il più grande studio europeo sulle perdite dei punti vendita» ha detto Fran Zanier, Direttore Marketing EMEA di Checkpoint Systems. «Il progetto fornirà analisi che aiuteranno i retailer di tutto il continente a definire nuove strategie per affrontare i furti e migliorare la disponibilità della merce. Incoraggiando la collaborazione, crediamo che il settore retail possa unirsi per sfidare le tendenze che stanno influenzando la redditività delle aziende, contribuendo a costruire una consapevolezza comune e condivisa degli ostacoli che oggi limitano il successo e la crescita del settore».

Il professor Ernesto Savona, amministratore delegato di Crime&tech e direttore di Transcrime, ha aggiunto: «Questa ricerca combina metodi qualitativi e quantitativi per l’analisi della criminalità e della sicurezza nel settore Retail. Grazie ai dati e alle informazioni fornite dalle aziende partecipanti, saremo in grado di migliorare la qualità dell’analisi e di fornire le best practices sulla base di prove più empiriche. Lo studio sarà uno strumento utile per i retailer, che potranno grazie ad esso monitorare le tendenze in materia di sicurezza, prevenire i furti e, quindi, ridurre al minimo delle perdite».

Per partecipare all’indagine in forma anonima cliccate qui.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here