Sabato 15 giugno, a Milano, in occasione di un evento a partecipazione gratuita si confronteranno artisti della matericità tessile, esperti dell’Industria Tessile e della Moda, operatori dell’economia circolare.

La lotta ai cambiamenti climatici e in particolare la circular economy offrono infatti un’occasione straordinaria per stabilire connessioni e sinergie tra mondi diversi come arte, design, ricerca innovativa e industria. Nonostante le differenze che li separano, questi ambiti sono accomunati dalla capacità di indagare la realtà e sperimentare forme espressive, modelli interpretativi, soluzioni che suggeriscano un’idea di futuro.

Scopo del progetto

L’obiettivo è riuscire a delineare un nuovo modo di concepire e realizzare produzione e consumi destinato non solo a sviluppare innovativi modelli di business e modalità di trasformazione delle risorse disponibili, ma ad incidere negli stili di vita e nella coscienza collettiva.

Beatrice Uguccioni, Vicepresidente del Consiglio Comunale di Milano, ha commentato: «Abbiamo immaginato un dialogo tra esperienze diverse ma accomunate dall’impegno per un futuro sostenibile. Difesa dell’ambiente e sviluppo sostenibile necessitano della collaborazione tra i molteplici soggetti della cultura, della ricerca e del dialogo con i soggetti economici senza l’impegno dei quali gli obiettivi di Parigi 2015 sintetizzati nell’Agenda 2030 non potranno essere realizzati. E Milano è il palcoscenico ideale per affrontare questa riflessione per la sua identità di metropoli culturale, di capitale del design e in quanto centro economico di rilievo internazionale».

Il programma

La partecipazione è gratuita previa iscrizione (info@damss.it e http://comune.milano.it/salaalessi).

In apertura la ventennale esperienza creativa di Daniela Arnoldi e Marco Sarzi-Sartori (DAMSS) le cui istallazioni tessili sono apprezzate a livello internazionale, per riflettere con Renata Pompas, autrice della storia della Fiber Art Italiana, sulle molteplici espressioni del movimento.

A seguire, Aurora Magni (BlumineSustainability-lab) e Christian Tubito (Material Connexion) presenteranno lo stato dell’arte della ricerca tecnologica e delle sperimentazioni in atto nell’industria Tessile e Moda, mentre Alex Veronelli (AURIFIL) racconterà l’esperienza concreta di una manifattura tessile che investe sulla sostenibilità.

Carlo Montalbetti, direttore del Comieco, illustrerà poi risultati e problematiche della gestione dei rifiuti cittadini.
Paolo Galli interverrà invece sul tema della bioplastica full sustainable.

Le conclusioni saranno affidate alla sensibilità artistica del maestro Adriano Bassi, Presidente dell’Associazione Dante Alighieri Milano.
A coordinare e stimolare il dibattito è stato chiamato il giornalista Fabio Pizzul.

Ulteriori elementi di interesse

Oltre agli argomenti trattati, sarà possibile apprezzare la nuova collezione di abiti-scultura realizzati con sfridi tessili.
Inoltre, nella Sala Arazzi sarà esposta un’interpretazione dell’Ultima Cena di Leonardo nelle misure originali, realizzata con tessuti e filati di recupero.
Entrambe le opere sono realizzate da DAMSS.

Sarà inoltre presentato il progetto sperimentale TREDDY CUBE a cura di Digicopy. Al termine verrà offerto un drink.

L’evento è promosso dalla Presidenza del Consiglio Comunale di Milano e da Montabone editore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here