Il made in Italy dal 2020 sarà presente anche nei saloni espositivi americaniEnte Moda Italia (EMI) – società creata su iniziativa di Sistema Moda Italia e del Centro di Firenze per la Moda Italiana per promuovere, diffondere e valorizzare il made in Italy all’estero – ha annunciato una nuova collaborazione con Liberty Fashion Fairs Group, importante player americano nell’organizzazione di eventi fieristici.

I due interlocutori hanno stretto un accordo secondo cui EMI dal 2020 parteciperà a Liberty – Salone di Moda Uomo, a Capsule – Salone di Moda femminile, e a Cabana – appuntamento dedicato al swimwear e resortwear, che si svolgono tutti a New York.

EMI sarà presente con le aree speciali “Italian Fashion”, avendo così l’occasione di lanciare a NY le nuove collezioni di brand italiani selezionati.

Anche SMI – Sistema Moda Italiana è parte della collaborazione tra Ente Moda Italia e Liberty Fairs, per contribuire ad ampliare sul mercato americano le attività promozionali delle aziende italiane più creative e orientate alle nuove tendenze.

EMI
Liberty NY

EMI e SMI, i commenti ufficiali

Stefano Festa Marzotto, Presidente di EMI e del comitato internazionalizzazione di SMI, ha commentato con soddisfazione la sigla dell’accordo. «Liberty organizza da diverse stagioni alcuni dei progetti espositivi più innovativi nel panorama fieristico americano, appuntamenti con una forte identità e un posizionamento alto verso il retail statunitense». Ha inoltre ribadito la certezza che questa collaborazione segnerà l’avvio di un nuovo corso importante per la presenza italiana sul mercato americano, punto di riferimento per l’export Moda italiano.

«Liberty per la Moda Uomo, Capsule per la Moda Donna e Cabana per il swimwear e travelwear, sono saloni orientati a un prodotto moda selezionato, innovativo e dallo spirito contemporary», ha aggiunto Alberto Scaccioni, AD di EMI. «Rappresentano dunque strumenti importanti per promuovere al meglio le collezioni delle nostre piccole e medie aziende, attraverso display di allestimento che possono valorizzare la qualità del loro prodotto, e una comunicazione di alto profilo verso i buyer e department store americani. Assieme ai nostri partner investiremo sempre di più sui progetti “Italian Fashion”, certi di rafforzare ulteriormente la presenza delle aziende italiane negli USA».

Un commento giunge anche da Gianfranco Di Natale, Direttore Generale di SMI. «É da tempo che EMI e SMI cercavano di finalizzare una collaborazione negli USA che fosse più  indirizzata ad aziende di trend e innovative, e penso che questo accordo soddisferà appieno le nostre aspettative».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here