A partire dal 27 gennaio 2020 e fino al 13 marzo 2020 le micro, piccole e medie imprese lombarde possono inviare un progetto per accedere al Bando “Innovazione delle filiere di economia circolare in Lombardia”.

I principi dell’economia circolare rappresentano un’opportunità concreta per creare nuovi modelli di impresa e/o innovare i modelli tradizionali, passando da una logica di approccio lineare a una circolare.

È fondamentale, infatti, che le aziende si confrontino con le nuove richieste di mercato e rispondano agli obiettivi di sostenibilità ambientale ed economica perseguiti a livello internazionale. Questo anche per raggiungere ulteriori e nuovi vantaggi competitivi.

Una crescita sostenibile delle imprese e dell’intero sistema produttivo (filiere) prevede iniziative imprenditoriali innovative, che impattino sulle fasi più importanti dell’intero ciclo di vita della produzione e/o della commercializzazione di prodotti e servizi.

Il Bando

Questo Bando rappresenta la “Fase 3”, che intende favorire:

  • la transizione delle PMI lombarde verso un modello di economia circolare;
  • la riqualificazione dei settori e delle filiere lombarde;
  • il riposizionamento competitivo degli interi comparti rispetto ai mercati in un’ottica di riuso e/o eco-design.

La “Fase 3” è la prosecuzione del Bando “Fase 1 e 2”, ma non è necessario aver partecipato al precedente Bando per poter presentare domanda.

L’obiettivo sarà perseguito attraverso il sostegno a:

  • progetti che promuovano il riuso e l’utilizzo di materiali riciclati, di prodotti e sottoprodotti o residui derivanti dai cicli produttivi in alternativa alle materie prime vergini, la riduzione della produzione dei rifiuti;
  • eco-design: progetti che tengano conto dell’intero ciclo di vita del prodotto secondo la metodologia LCA (Life Cycle Assessment).

Gli ambiti di azione possono essere associati a tutte le fasi del ciclo di vita: l’approvvigionamento, il design, la produzione, la distribuzione, il consumo, la raccolta e il fine vita.

Soggetti beneficiari

Il bando si rivolge a micro, piccole e medie imprese lombarde che presentino progetti in forma singola o in aggregazione formata da almeno 3 imprese rappresentanti la/le filiera/e.

In caso di aggregazione, le imprese devono condividere gli obiettivi del progetto e – a titolo esemplificativo – le tecnologie impiegate, la modalità di erogazione e accesso ai servizi di consulenza previsti dal progetto, la creazione di servizi innovativi o di sistemi o strumenti comuni, l’efficienza e l’integrazione di filiere in tutti i settori economici (sharing di risorse, tecnologie o di servizi), ulteriori finalità individuate dalle imprese relative al riutilizzo di prodotti e materiali derivanti dai rispettivi cicli produttivi e all’applicazione di modelli di Eco-design.

Modalità del contributo

Sono ammissibili progetti con importo complessivo di spese ammissibili non inferiore a 40.000,00 €. Non è previsto, invece, un tetto massimo di investimento, che viene lasciato alle stime della singola impresa o aggregazione. L’intensità dell’agevolazione è pari al 40% dei costi ammissibili. Il contributo massimo è di 80.000 €.

A questo link i dettagli su come partecipare.

Qui il bando completo.

Per informazioni: Ambiente e Sviluppo Sostenibile ambiente@mi.camcom.it Tel. 0285154427 4176

Sensualità e confort con Andra Lingerie

Il Bando è attivato da Regione Lombardia e il Sistema camerale lombardo nell’ambito dell’Accordo di collaborazione per lo sviluppo e la competitività del sistema economico lombardo (Asse 1) e in attuazione della DGR 3 giugno 2019, n. XI/1073.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here