Si chiama Typhoon 70 e rappresenta la quarta generazione di taglio automatico IMA.

Fra le caratteristiche principali: una nuova testa di taglio con velocità della lama fino a 6000 giri/minuto, masse controrotanti per ridurre al minimo le vibrazioni, sensori di sforzo lama per ottenere elevata qualità di taglio, valvole proporzionali per il comando dei cilindri pneumatici. La cinematica della macchina è basata su un sistema pignone cremagliera per tutti gli assi, garantendo alte prestazioni dinamiche in fase di accelerazione, grazie anche a riduttori epicicloidali a gioco zero.

Il ponte è governato da un sistema da asse elettrico, con due motori che lavorano in parallelo, capaci di autoregolarsi e di garantire maggiore precisione alla macchina.

Una struttura di base completamente nuova per Typhoon 70 di IMA

Elementi strutturali ad alta resistenza e un nuovo sistema di aspirazione, con doppia turbina, assicurano elevate prestazioni.

Ogni singola turbina è governata da un inverter dedicato che comunica in tempo reale con l’altro attraverso la gestione PID del controllo numerico.

Una nuova elettronica, più performante, totalmente digitale, garantisce maggiore potenza di calcolo e immediatezza nella risposta hardware. Innovazioni anche nell’interfaccia uomo-macchina, gli applicativi sono stati riprogettati graficamente e nella funzionalità, con particolare attenzione all’ergonomia e alla semplicità d’uso.

L’adozione di una console di comando sul ponte ha consentito di semplificare e velocizzare le operazioni di routine.

Typhoon ha solamente comandi digitali, come tutte le nuove macchine della IMA. Grazie a questo, anche il nuovo taglio IMA può essere integrato nel sistema Syncro Cutting Room che oggi prevede l’utilizzo sia attraverso il web sia all’interno della rete aziendale.

Maggiori informazioni su IMA
IMA è specializzata nella produzione di impianti di stesura, di sistemi di movimentazione e gestione delle pezze, di tagli automatici e di programmi software per l’organizzazione della sala taglio.

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here