Un nuovo AD per Durst Phototechnik

Christoph Gamper è il nuovo amministratore delegato di Durst Phototechnik S.p.A. e delle sue controllate. Il conferimento ufficiale del nuovo incarico è avvenuto il 2 maggio 2013, in concomitanza con l’inizio del nuovo anno fiscale della multinazionale leader mondiale nella produzione di sistemi inkjet industriali, con headquarter e sito produttivo a Bressanone.

La Casa Madre Durst Phototechnik S.p.A. gestisce la società di ricerca e produzione Durst Phototechnik Digital Technology GmbH con sede a Lienz (Austria). Il Gruppo opera a livello mondiale con uffici di vendita in America, Europa, Asia e India. Il cambiamento di generazione ai vertici di Durst Phototechnik S.p.A. è stato pianificato in anticipo. Già amministratore delegato designato da luglio 2011 e vice presidente esecutivo, Gamper è stato responsabile dei segmenti industriali di Durst Phototechnik S.p.A. e dell’organizzazione e lo sviluppo della nuova divisione tessile. Christoph Gamper succede a Richard Piock, alla guida di Durst Phototechnik S.p.A per oltre vent’anni durante i quali ha svolto un ruolo determinante nell’evoluzione del business fino al conseguimento della leadership mondiale nelle tecnologie inkjet industriali. Richard Piock proseguirà l’attività in Durst con il ruolo di Presidente e membro del consiglio di amministrazione.

«Siamo molto lieti di aver trovato un degno successore per le straordinarie conquiste conseguite negli anni da Durst sotto la guida del Dott. Richard Piock», commenta Christof Oberrauch, rappresentante della famiglia proprietaria e Presidente uscente del consiglio di amministrazione di Durst Phototechnik S.p.A. «In questi ultimi anni il Dott. Piock è stato timoniere della transizione di Durst, portando l’azienda ad essere produttore leader a livello mondiale di applicazioni inkjet industriali. Ora affidiamo a Christoph Gamper il compito di proseguire questo percorso di sviluppo, con l’obiettivo di accedere a nuovi mercati e far progredire la nostra internazionalizzazione. In sintonia con il motto ‘pensare globalmente, agire localmente’, siamo molto lieti che questo prestigioso incarico venga conferito proprio a Christoph Gamper, altoatesino come Durst. Un manager che ha già maturato esperienze internazionali, gestendo con successo aziende attive a livello globale e dimostrando di possedere forti doti di leadership ».

Christoph Gamper è nato in Alto Adige nel 1970. Cresciuto in Alto Adige, ha acquisito le basi della gestione aziendale presso il Management Center Innsbruck (MCI), affinando in seguito la sua esperienza di marketing strategico, tecnologico e internazionale presso la Business School di Boston.

Prima del suo ingresso in Durst, Christoph Gamper, fotografo appassionato, è stato amministratore delegato europeo e poi vice presidente della società di colorimetria Datacolor AG quotata in borsa. A Zurigo e New York è stato responsabile dello sviluppo di attività commerciali europee della società e più tardi dell’espansione globale della divisione. La sua esperienza professionale annovera posizioni manageriali presso KDG AG (produzione e vendita di supporti dati ottici) e Koch Media, la principale società di produzione e di distribuzione di media. Prima del suo trasferimento a Zurigo e New York, Christoph Gamper ha iniziato la sua carriera presso l’altoatesina Athesia S.p.A..

«Sono molto felice di ricevere la possibilità di arricchire la mia esperienza internazionale qui presso Durst con l’ambizioso obiettivo di sviluppare l’adattamento di tecnologie high-end in nuovi settori merceologici», afferma Christoph Gamper. «Durst si è sempre distinta per il know-how tecnologico e la spinta innovativa. E questi saranno gli asset su cui punteremo per la nostra espansione nei mercati internazionali. La nostra mission è creare innovazioni tecnologiche che permettano di offrire valore aggiunto e vantaggio competitivo ai nostri clienti globali. L’Alto Adige e la tecnologia high-end sono le nostre origini, l’internazionalizzazione è il nostro futuro».

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here