Regione Lombardia accompagna le MPmi lombarde su percorsi di internazionalizzazione

Si aprirà il 4 novembre 2013 a partire dalle ore 12.00 la seconda finestra temporale del progetto G.A.T.E., l’iniziativa promossa dalla Direzione Generale Attività Produttive, Ricerca e Innovazione di Regione Lombardia, nell’ambito dell’Accordo di Programma con il Sistema Camerale lombardo, con il supporto di Finlombarda S.p.A., che accompagna le micro, piccole e medie imprese lombarde – anche artigiane e cooperative – dei settori manifatturiero, costruzioni e servizi alle imprese nella
realizzazione di uno specifico progetto di sviluppo all’estero grazie all’affiancamento in azienda di un esperto in dinamiche internazionali messo a disposizione dal Progetto.

Le finestre temporali
In questa seconda finestra, le imprese interessate a partecipare hanno la possibilità di candidarsi fino alle ore 12.00 del 2 dicembre 2013 con un proprio progetto di
internazionalizzazione1, direttamente dal sito: www.finlombarda.it/progettogate. Il Progetto prevede l’apertura di una terza e ultima finestra a partire dalle ore 12.00 del 1 aprile 2014 e fino alle ore 12.00 del 30 aprile 2014.

La dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria complessiva è di 1.356.000 euro, ripartita su due Misure:
Misura A – Aziende che si aprono all’estero attraverso un approccio commerciale (1.044.000 euro)

Misura B – Aziende che consolidano la presenza all’estero attraverso un approccio di investimento produttivo (312mila euro)

Sulla base delle proposte progettuali pervenute saranno selezionati 116 progetti sulla Misura A e 20 sulla Misura B nei limiti delle risorse disponibili (complessivamente e per ciascuna finestra temporale del Progetto).

Le Misure
Misura A –

Aziende che si aprono all’estero attraverso un approccio commerciale Le imprese – con massimo 50 dipendenti e che non abbiano partecipato ad alcuna
edizione del progetto SPRING di Regione Lombardia – che intendano intraprendere un percorso di crescita sui mercati esteri che sia basato su un approccio commerciale, possono candidarsi con un proprio progetto di internazionalizzazione per accedere alla Misura A – Aziende che si aprono all’estero attraverso un approccio commerciale; se selezionate, potranno beneficiare dell’apporto diretto presso la propria sede di un Temporary Export Manager (figura specializzata in tematiche internazionali) messo a disposizione dal Progetto, che le supporterà nella realizzazione delle attività previste nel progetto selezionato.
Misura B –

Aziende che consolidano la presenza all’estero attraverso un approccio di investimento Le Pmi che abbiano già avuto esperienze sui mercati esteri e che siano interessate a fare un investimento produttivo di beni e/o di servizi all’estero nel Paese target possono candidarsi con un proprio progetto di internazionalizzazione per accedere alla Misura B – Aziende che consolidano la presenza all’estero attraverso un approccio di investimento; se selezionate potranno beneficiare di un esperto messo a disposizione dal Progetto, che le supporti nella stesura di un business plan propedeutico alla realizzazione dell’investimento produttivo e che svolgerà il ruolo di Advisor per l’internazionalizzazione. Per entrambe le misure, le imprese potranno beneficiare dei servizi di consulenza proposti dal Progetto G.A.T.E. per un arco temporale non superiore a otto mesi consecutivi (a decorrere dalla data di invio da parte di Finlombarda della comunicazione all’impresa dell’avvenuto abbinamento a un professionista) e massimo fino al 31 marzo 2015.
Per saperne di più: www.finlombarda.it/progettogate

 

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Technofashion © 2017 Tutti i diritti riservati