Eventi

Lectra viaggia a velocità 4.0

Le principali sfide che l’industria della moda dovrà affrontare nel percorso di digitalizzazione della loro catena del valore sono state al centro del Lectra Fashion 4.0 Event

Il mercato si muove continuamente e la tecnologia è il miglior modo di accompagnarlo. Ecco perché Lectra sta investendo con costanza per aumentare la cifra tecnologica e di processo dei suoi clienti, accompagnandoli nella strada verso il successo nell’era dell’Industria 4.0. L’avvento del nuovo paradigma è stato presentato in occasione del Lectra Fashion 4.0 Event, tenutosi a inizio giugno nella sede Lectra di Cestas, nei pressi di Bordeaux: due giorni di formazione per i media ma soprattutto per i clienti.

Già dal 2015 Lectra aveva sviluppato la sua nuova offerta, compatibile con i dettami del nuovo paradigma industriale denominato Industria 4.0. Dal 2017 ha iniziato i test con alcuni clienti, per proseguire già nel 2018 con il lancio commerciale delle prime versioni. Molte altre features già sviluppate continuano a essere testate e verranno introdotte nelle release del 2019.

Guardando il futuro in prospettiva, Lectra vede chiaramente i quattro trend della moda di oggi e di domani: millennials, digitale, industria 4.0 e dinamica del mercato cinese e di altri Paesi emergenti (India su tutti).

L’analisi aggiuntiva che Lectra fa di questi trend è unica nel settore e porta a una sorprendente conclusione: da oggi, il centro di gravità della moda è l’industria 4.0. In quest’ottica l’attenzione dev’essere massima sulla produzione e sui clienti. Gli operatori del settore devono accelerare l’implementazione delle tecnologie vitali lungo tutta la catena del valore, per questo la proposta commerciale di Lectra si basa su un software innovativo che dà vita a un hardware evolutivo.

Il PLM di Lectra è in grado di coprire tutta la catena del valore, integrando la fase di design e le regole del ciclo di vita del prodotto (product lifecycle management): Kaledo per la progettazione, Modaris per lo sviluppo prodotto, Diamino per il piazzamento e Optiplan per la sala taglio. A queste linee di prodotto si aggiunge quindi il PLM che comprende 8 moduli, alcuni dei quali sono integrati in offerte specifiche di Lectra e altri sono da considerare ma opzionalmente, a seconda delle specifiche esigenze.

«Stiamo dando grande importanza alla business intelligence, un modulo per il quale abbiamo due partner che non possiamo ancora citare», ha dichiarato Maximilien Abadie, VP Strategy Lectra. «L’Intelligenza artificiale è già in un modulo del PLM che ancora non abbiamo rilasciato, con algoritmi che fanno machine learning, imparando dai pattern. Abbiamo ricevuto un ottimo feedback anche da alcuni clienti italiani e crediamo sia un grande differenziatore rispetto agli altri PLM sul mercato».

Un elemento che contraddistinguerà Lectra, e che vedrà i competitor inseguire, è esemplificato nell’Innovation Lab. Si tratta di un laboratorio con tutti i dispositivi, i supporti e la consulenza disponibile ai clienti per provare con mano – e con tutta l’offerta Lectra a disposizione immediata – una o più fasi d’un nuovo prodotto. L’obiettivo di Lectra è quello di seguire tutti i clienti, indipendentemente dal punto di partenza, per una crescita serena nella quale tutti vengono abilitati a un miglioramento continuo e ottimizzato.

L’articolo completo e l’intervista a Maximilien Abadie, VP Strategy Lectra, saranno pubblicati sul numero di settembre di Technofashion, “Lectra viaggia a velocità 4.0” di Leo Sorge.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Technofashion © 2017 Tutti i diritti riservati