La lana è un materiale il cui utilizzo può essere considerato “quasi antico”nelle più tradizionali applicazioni. Oggi è però ritenuta anche uno dei materiali più efficienti e originali mai visti prima, soprattutto nel campo dell’innovazione di prodotto.

I prodotti innovativi realizzati a base di lana riciclata saranno altamente apprezzati in futuro, in quanto mantengono tutte le proprietà tipiche di questo materiale, ma hanno anche un valore aggiunto legato al basso impatto ambientale dei suoi cicli di produzione.

Lana riciclata: il focus della produzione pratese

Per spingere i produttori (dal fashion brand al produttore di materiale tecnico) ad usare la lana riciclata, IWTO (International Wool Textile Organisation) ha realizzato il Report “Recycled Wool – A primer for Newcomers & Rediscoverers” (https://europeanoutdoorgroup.com/outreach/csr-sustainability/public-resources/recycled-wool-primer-newcomers-rediscoverers/), con un focus sulla produzione tipica del distretto pratese, contenente tantissime informazioni utili sulla lana riciclata, i processi che la creano, dati che confrontano l’impatto ambientale e tanto altro.
“In un contesto locale in cui gli “scarti tessili” rappresentano un problema per il loro trattamento e smaltimento – commenta Luca Giusti, presidente della Camera di Commercio di Prato – l’impegno della Camera di Commercio di Prato per la valorizzazione della lana riciclata acquisisce un’importanza ancor maggiore come riconosciuto dal report di IWTO.”

I dati che compongono il Report sono stati infatti forniti da Next Technology Tecnotessile in collaborazione con la Camera di Commercio di Prato, per incentivare nel nostro distretto industriale, e possibilmente anche a livello internazionale, un maggiore impegno per quanto riguarda la comunicazione del riciclaggio della lana e del marchio “Cardato Recycled”, basato sull’analisi dell’impatto ambientale tramite LCA, Life Cycle Assessment.

Il marchio Cardato Recycled, garantito da SGS, prevede infatti la misurazione della LCA dei prodotti delle aziende aderenti, fornendo una carta d’identità dell’impatto ambientale accurata e che può essere usata sul mercato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here