Duecento anni di esperienza complessiva in soluzioni di tessitura avanzate, presenza in cento Paesi e 300.000 telai inviati in tutto il mondo. Se ci sono cifre che possono definire un’azienda, questi tre dati bastano a fotografare il Gruppo Itema, marchio storico dell’industria meccano-tessile italiana nata dalla fusione di nomi che hanno fatto l’eccellenza dell’industria tessile mondiale: Somet, Vamatex e Sulzer Textil.

Itema è l’unico produttore al mondo in grado di offrire le tre principali tecnologie dell’inserzione della trama senza navetta grazie alla produzione di telai a pinza, a proiettile e a getto d’aria.
Il telaio a pinza R9500 è il cavallo di razza del portfolio di Itema (nella foto in altezza 540 cm per tessuti tecnici), in soli cinque anni dal lancio é rapidamente diventato un fenomeno del mercato che tesse con impareggiabili risultati i tessuti più sofisticati. Non a caso i costi di intervento in garanzia attuali sono un decimo rispetto a quelli del passato. A riprova della qualità di questo telaio, sono due gli anni di garanzia offerti a chi acquista la macchina, anche se si tratta di dispositivi molto complessi, con oltre 14.000 parti in movimento e che devono funzionare a tempo pieno in zone geografiche che vanno dall’Indonesia al Canada, con temperature che vanno dai cinquanta gradi con il 100% di umidità fino a scendere a -20°.

Itema è l’unico produttore al mondo dei telai a proiettile

Dai costi elevati, il telaio a proiettile si rivolge a una nicchia di mercato principalmente concentrata in particolari tessuti tecnici e denim di altissima qualità. Infine, nel 2014 Itema ha lanciato un nuovo modello di telaio ad aria implementato con innovazioni uniche nella sua categoria. Itema produce e fornisce le parti di ricambio anche per i precedenti modelli di Somet, Vamatex e Sulzer. Nel 2015 è stato lanciato il nuovo portale e-commerce MyItema. Inoltre, attraverso le sale formazione Itema Campus, Itema fornisce corsi per il personale tecnico dei suoi clienti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here