“Insieme per il Biellese”: buone notizie!

I bond territoriali, per sostenere le imprese locali, piacciono ai risparmiatori. A poche settimane dal lancio del nuovo strumento, infatti, è già stato interamente collocato il prestito obbligazionario a tasso fisso, la cui raccolta, per un totale di 2,5 milioni di euro, va a costituire parte del plafond a disposizione delle piccole e medie imprese.

L’accordo “Insieme per il Biellese” siglato dall’Unione Industriale Biellese, Banca Sella e Confidi Lombardia, prevede l’emissione da parte della banca di due prestiti obbligazionari, uno a tasso fisso e uno a tasso variabile, la cui raccolta serve a sostenere lo sviluppo delle imprese del territorio biellese, che potranno richiedere finanziamenti a medio e lungo termine.

È ancora possibile sottoscrivere, fino al 16 aprile, il bond a tasso variabile. Si tratta di un prestito obbligazionario della durata di 48 mesi, con un investimento minimo di mille euro, che prevede una cedola semestrale pari al tasso Euribor a 6 mesi più uno spread dell’1,10%; la cedola verrà corrisposta il 17 luglio e il 17 gennaio di ogni anno, a partire dal prossimo luglio. Dalla sottoscrizione dei due prestiti viene così costituito il plafond a disposizione delle imprese, per un valore pari alle due obbligazioni (5 milioni di euro), al quale si aggiungerà un contributo della Banca, per un importo complessivo di 7,5 milioni di euro.

Sono già arrivate, intanto le prime richieste di finanziamento da parte delle imprese associate all’Unione Industriale Biellese, ora in fase di valutazione. I finanziamenti, a tasso agevolato fisso o variabile, avranno un importo pari all’80% del progetto da finanziare, per un massimo di un milione di euro e potranno essere supportati anche dalla garanzia di Confidi Lombardia. I finanziamenti dovranno essere finalizzati a migliorare le capacità competitive dell’impresa e a favorire nuova occupazione, con particolare attenzione per gli investimenti dedicati all’internazionalizzazione e allo sviluppo dei processi aziendali, soprattutto tramite le nuove tecnologie digitali.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Technofashion © 2017 Tutti i diritti riservati