Il cotone sostenibile diventa un film

filame filmFilmar SpA, azienda italiana leader nella produzione di filati in cotone di altissima qualità, ha intrapreso da anni un percorso per garantire che i suoi prodotti siano sempre più naturali, sostenibili e responsabili. A tal fine l’azienda ha operato importanti scelte, improntate alla responsabilità sociale, che riguardano la sostenibilità e l’inclusione sociale dell’intera filiera produttiva del cotone: dal seme alla produzione del filato tinto. Filmar ha così avviato l’Iniziativa quinquennale Cottonforlife per sostenere e promuovere la moda responsabile, in tutti i suoi passaggi.

Per comunicare questo grande impegno l’azienda avrà un testimonial d’eccezione, Marina Spadafora, designer etica e ambasciatrice della moda sostenibile nel mondo, che presenterà il 30 giugno, presso l’Hotel Baglioni di Firenze, il cortometraggio Cottonforlife: lungo il filo Italia – Egitto. Il film, inconsueto ed emozionale, non è il classico documentario aziendale o un corto patinato di tendenza, ma piuttosto un racconto autentico di persone, luoghi e relazioni che, attraverso e attorno la fabbrica, intessono trame vitali, saperi, generazioni e Paesi. Cottonforlife narra la storia di Sami, un ragazzo nato e cresciuto ad Alessandria d’Egitto, figlio di coltivatori di cotone, che oggi è fotografo in Italia. Narra di nonna Anna che 70 anni fa si innamorò e sposò un agronomo egiziano e che oggi scrive all’amato nipote lontano. Narra di Elena, chimica di laboratorio in Filmar, che vive tra Italia ed Egitto tra stage e corsi di formazione. Narra di Karim che, grazie all’Iniziativa Cottonforlife, trova occupazione rilanciando l’antica vocazione della sua famiglia: la coltivazione dell’Oro Bianco. Cottonforlife sorvola le vigne e i borghi storici della Franciacorta, le ampie distese di cotone a Damietta e il mare di Alessandria. Percorre il Nilo e racconta antichi mestieri e villaggi sterrati, canti e feste popolari. Ci svela i segreti custoditi tra le volte dell’antica cantina Berlucchi o luoghi magici e sconosciuti come il Baladello nel cuore della Franciacorta. Ci narra delle raccoglitrici dei bianchi fiocchi di bambagia e dei contadini egiziani che, grazie agli incentivi e alla scintilla innescata da Filmar nel costruire solidali reti cooperative, hanno avviato la produzione del primo cotone organico egiziano a fibra extra lunga.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Technofashion © 2017 Tutti i diritti riservati