Il tessile dell’Alto milanese si confronta sulla sostenibilità

A seguito del primo dei due appuntamenti dedicati al tema della sostenibilità nell’industria tessile e della moda, il Gruppo Tessili di Confindustria Alto Milanese organizza mercoledì 11 aprile 2012 dalle ore 17.00 alle ore 19.30, presso la sede associativa ‑ Legnano, Via San Domenico 1 il Workshop “Ricerca e innovazione per la sostenibilità dell’industria tessile e della moda”.

Come tutti i settori industriali, anche l’industria tessile e della moda – che per lo più si basa sull’idea che un capo di abbigliamento debba essere sostituito al più presto con uno ancora più attuale e fashion – incide fortemente sugli equilibri ambientali: consuma materie prime ed energia, produce emissioni e scarti.

Di fronte alla nuova e sempre più diffusa sensibilità ecologica e sociale tanto dei produttori quanto dei consumatori, l’incontro si propone come momento di confronto sulle soluzioni più interessanti avviate dal mondo della ricerca per utilizzare impianti, materiali e processi in grado di realizzare prodotti a minor impatto ambientale.

Introdurrà i lavori Vincenzo Bianchi, Presidente del Gruppo delle imprese Tessili di Confindustria Alto Milanese e titolare della Mimoska s.r.l., secondo cui “la collaborazione tra imprese ed enti di ricerca per migliorare l’impatto ambientale delle produzioni resta un fattore su cui si giocherà la competitività di domani. Ciò significa, in particolare, ridurre i consumi energetici ed idrici nei processi produttivi, sviluppare materiali da fonte rinnovabile o da riciclo ed allungare la vita dei prodotti consentendone un recupero a fine utilizzo o migliorandone la biodegradabilità”.

A seguire, in qualità di relatori interverranno alcuni importanti esperti in materia:

–       Aurora Magni, Presidente Blumine s.r.l e docente di Applicazioni industriali tessili presso il LIUC

–       L’innovazione tecnologica  sempre più “green”. Il punto di vista di Acimit 

Mauro Badanelli, Ufficio Economico Acimit

–       Materia prima da fonte rinnovabile: la nuova frontiera dei polimeri

Giuliano Freddi, Stazione Sperimentale per la seta

 –       I progetti nell’ambito del Polo di innovazione Otir 2020: un’opportunità anche per le aziende lombarde

Solitario Nesti, Next Tecnology Tecnotessile – Prato

–       Risparmio energetico negli impianti tessili

Emiliano Puddu, Università LIUC di Castellanza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here